Gioielleria
Curiosità e notizie

I gioielli appartengono alla storia dell’uomo, in pratica, da sempre: in ogni civiltà è esistita l’usanza di arricchire la figura con elementi decorativi preziosi.

Nel corso dei secoli ci si è sempre più concentrati sul valore intrinseco degli oggetti in sé, per cui si è arrivati al concetto di gioiello così come lo intendiamo anche oggi.

Questo valore, in gioielleria, viene determinato dalla rarità dei materiali utilizzati, dalla reperibilità delle pietre preziose e dalla qualità nella manifattura.

Sono tante le curiosità che si possono scovare all’interno dell’affascinante mondo della gioielleria, alcune magari più popolari, altre, invece, decisamente particolari. Scopriamole insieme.

• Quando si parla di gioielli si parla inevitabilmente di oro. Ma l’oro non il metallo più raro utilizzato in gioielleria. Il primato di rarità spetta, infatti, al platino, le cui quote di produzione risultano persino 15 volte inferiori rispetto a quelle dell’oro.

• Il gioiello più antico che sia mai stato ritrovato risale a circa 100.000 anni fa: si tratta di una collana di perle ricavate dalla lavorazione delle conchiglie marine.

• Rubini e zaffiri sono diversi: rossi i primi, blu i secondi. Le due gemme, però, derivano dallo stesso minerale, il corindone, che assume tinte differenti in base alla prevalenza, al suo interno, di un minerale rispetto ad un altro – il cromo determina il colore rosso dei rubini, il ferro e il titanio determinano il colore blu degli zaffiri.

• Fino a circa il XX secolo, al momento del matrimonio, ad indossare la fede nuziale erano solo le donne. È curioso sapere che l’usanza di farla indossare anche agli uomini è stata introdotta per un’operazione che oggi definiremmo di marketing, che ha giovato moltissimo al settore della realizzazione e vendita di fedi nuziali: per ogni matrimonio non più una sola fede venduta, bensì due!

• Hai mai sentito parlare di “oro degli stolti”? Si tratta della pirite, un minerale molto diffuso in natura la cui colorazione ricorda molto quella dell’oro, che può trarre in inganno un occhio inesperto. Attenzione!

Richiedi informazioni
Ti interessa questo articolo e vuoi delle informazioni più dettagliate? Contattaci adesso senza impegno sapremo fornirti le risposte che cerchi.